BRCA Sorgente Blog - ultime notizie dal mondo della genetica

Sperimentato un vaccino universale contro i tumori

Il centro di ricerca del Mount Sinai Hospital ha messo a punto quello che è stato chiamato "vaccino in situ", in grado di attirare l'attenzione del sistema immunitario del paziente sulle cellule cancerose.
I ricercatori statunitensi hanno osservato che i tumori eludono il sistema immunitario con meccanismi che impediscono ai linfociti T di riconoscere le cellule maligne. Le cellule cancerose sono in grado di travestirsi per nascondersi.

La tecnica sviluppata nei laboratori ha smascherato questo inganno, spingendo l'organismo a riconoscere e neutralizzare la minaccia.
L'immunoterapia si basa sul "vaccino in situ", vaccino iniettato nel punto in cui sorge il tumore. La procedura prevede la somministrazione di due stimolanti. Il primo richiama delle sentinelle nell'organismo (cellule denritiche), mentre il secondo serve per stimolare la risposta immunitaria, attivando segnali che permettono ai linfociti T di attaccare il tutmore e di individuare le cellule maligne sparse per il corpo.

La terapia è stata testata con uno studio clinico su 11 pazienti con un linfoma non Hodgkin indolente in stato avanzato. L'abbinamento del vaccino con la radioterapia ha dato riscontri positivi, attivando le cellule T nel punto dell'iniezione e la remissione delle metastasi lontano dal tumore.

L'oncologo Joshua Brody, direttore del programma sperimentale presso Mount Sinai, ha spiegato che l'approccio con  il vaccino ha vaste implicazioni in vari tumori.
La strada è ancora lunga ma le sperimentazioni sono già in corso anche per altri tumori, come il tumore al fegato e alle ovaie.


Fonte:
quotidiano.net

Print
- Comments

Categories: RicercaNumber of views: 211

Tags: tumore Terapia ricerca vaccino

blog comments powered by Disqus

Name:
Email:
Subject:
Message:
x

Richiedi informazioni

Clicca qui o chiamaci al numero 02 3670 5871.
Siamo a tua disposizione per una consulenza genetica gratuita